Latina calcio, ora inizia il tuo campionato

Carattere, grinta ed umilta’ per riportare entusiasmo  e  serenita’

Si e’ tornato a respirare un clima meno teso intorno a Piazzale Prampolini e l’ambiente tutto sembra più sereno.

Gennaio ha portato sicuramente entusiasmo sotto tutti i punti di vista – risultati inclusi – spazzando via quei musi lunghi e quella tensione che ci aveva lasciato il fischio finale di Latina-Pescara.

12605388_1062953263726163_4698975208633579199_o

Dopo la vittoria incoraggiante contro Il Novara alla riapertura del campionato, ha fatto seguito la grande prova di carattere di Trapani.

Sotto di un gol, – dopo un imbarazzante penalty concesso in favore dei Siciliani – la banda di mister Somma e’ riuscita prima a pareggiare e poi a portare a casa l’intera posta.

Contro la Pro Vercelli, sette giorni dopo, arriva la svolta. Terza vittoria consecutiva cercata e voluta a tutti i costi, anche mostrando un calcio non brillante ma sicuramente piu’ incisivo.

Alle 23 del 1˚ Febbraio si e’ chiusa la sessione di mercato di riparazione, che ha visto, a mio personale parere, un Latina che si e’ mosso intelligentemente.

Si e’ andato a migliorare il reparto nevralgico del campo, consegnando a Mario Somma un McDonald Mariga forse ancora arrugginito  ma che sicuramente farà la differenza nel campionato cadetto, al fianco del capitano Olivera, sempre più parte integrante del gruppo nerazzurro.

Tra i pali – in attesa del pieno recupero di Di Gennaro – e’ arrivata la garanzia Samir Ujkani, portiere titolare della Nazionale kosovara, in prestito dal Genoa.

Spinto ad accettare il trasferimento temporaneo a Latina anche dal consiglio del collega pontino Mattia Perin, Samir ha subito mostrato grande sicurezza in campo – soprattutto ai colleghi di reparto difensivo – trasmettendo personalità ed esperienza.

La concorrenza col giovane portiere scuola Inter, una volta tornato in forma, potra’ solo che portare risultati positivi – melius abundare quam deficere –

12644965_1061280630560093_6530103784501138158_n

Cifre da capogiro invece per il tanto atteso centravanti.

Si parla di un operazione intorno ai 2 milioni di Euro. Accordo raggiunto con l’Atalanta per l’acquisto di Richmond Boakye, che ha fatto il suo esordio già sabato scorso contro la Pro Vercelli, mettendo subito lo zampino sul gol vittoria di Acosty.

Considerato da anni uno dei migliori talenti della sua generazione nel suo ruolo, Boakye dovra’ mettere in mostra quanto di buono promesso, lasciando alle spalle l’infelice esperienza in prestito al Roda JC, magari portando in alto i colori neroblu. 

Un chiaro investimento nel futuro da parte della dirigenza pontina, che inoltre dimostra ancora una volta di non tirarsi indietro pur di lavorare per il bene della squadra.

Apprezzabili e soprattutto utili i due acquisti fatti in casa, ai quali va un sincero in bocca al lupo per la serietà e l’impegno che hanno sempre dimostrato verso questi colori.

Andrea Milani, esperto terzino destro, coprira’ la fascia destra dando il ricambio a Baldanzeddu e l’adattato Bruscagin.

Giuseppe Figliomeni, – reintegrato in rosa – fara’ parte della lista dei centrali difensivi, portando fisicita’ e agonismo ad un reparto in cerca di stabilita’.

Sul lato cessioni, lasciano a titolo temporaneo Talamo e Jefferson, rispettivamente in prestito alla Maceratese e Casertana. Moretti fa ritorno a Vicenza e Regoli – poco utilizzato – andrà a giocare a Livorno.

Ora avanti tutta, guardando la prossima trasferta di Ascoli, – gara insidiosa ma sicuramente alla portata – con un pizzico di confidenza in piu’ nei propri mezzi, rimanendo umili e decisi a sbancare la soglia dei 50 punti, allenandosi e lottando una partita per volta.

Advertisements